Risultati 2013: dalla Maratona Alzheimer 30.000 euro a sostegno di malati e familiari

72
1024×768

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

Dalla Maratona Alzheimer 2013 un fondo di 30mila euro per rispondere ai bisogni dei malati di demenza e dei loro familiari, quasi il triplo rispetto alla prima edizione.

Il risultato economico, messo a bilancio in questi giorni, segna il successo della gara sportivo-solidale come fonte di autofinanziamento dell’associazione promotrice, Amici di Casa Insieme, e della rete regionale di cui fa parte, Alzheimer Emilia-Romagna: il 30% della somma, infatti, andrà a favore del progetto “Sostegno urgente alle famiglie dei malati nelle zone emiliane colpite dal sisma”.

Seppure con l’appoggio incondizionato delle istituzioni, è attraverso le donazioni aziendali o di singole persone, le preferenze del 5×1000 e le erogazioni delle fondazioni, che Amici di Casa Insieme ha potuto finanziare, anche quest’anno, oltre l’80% delle proprie attività, cresciute in quantità e qualità anche grazie alla maratona. La campagna di raccolta fondi 2013, che scandisce sempre più la vita associativa, si è conclusa il 29 novembre con una Cena Conviviale a Villa Silvia di Lizzano, che ha visto la partecipazione di numerose imprese del territorio e ha portato entrate per circa 10mila euro.

«Anno per anno si lavora per ampliare e diversificare la proposta di Amici di Casa Insieme» afferma il presidente Stefano Montalti e prosegue: «Chi conosce la malattia, sa bene quanto sia importante mettere a disposizione contesti in cui i malati siano visti come persone con limiti da accogliere e possibilità da valorizzare:  frequentare le nostre attività per molti significa poter contare su qualcuno e sconfiggere la solitudine. L’associazione ha ben presente questi vissuti e negli ultimi anni, malgrado la crisi, ha saputo offrire ad anziani e famiglie riconoscimento, sostegno, informazione e relazioni positive, oltre che una mano concreta nell’affrontare la malattia».

Tra i progetti si ricordano Convivium a Cesena, esperienza di condivisione della cucina e della tavola, il Caffè Dolcini e gli Atelier di Arte Terapia a Mercato Saraceno, i Laboratori Benessere e i Laboratori di Stimolazione cognitiva e sensoriale, organizzati in varie zone del comprensorio, nonché diversi momenti di formazione e informazione sull’Alzheimer.  Tutte iniziative avviate grazie all’impegno dei volontari e di alcune figure professionali.

«Quest’anno ai percorsi realizzati hanno partecipato più di 100 persone fra malati di demenza, familiari e assistenti», conclude Stefano Montalti. «Nel 2014 ci auguriamo di consolidare tutte le attività e di elaborarne di nuove. Per farlo c’è bisogno di moltissime risorse e possiamo solo contare sulla sensibilità della comunità».

v:* {behavior:url(#default#VML);}
o:* {behavior:url(#default#VML);}
w:* {behavior:url(#default#VML);}
.shape {behavior:url(#default#VML);}

72
1024×768

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}